Stampa & Design 3D

Quale materiale è meglio utilizzare per realizzare il mio sogno?

Se non sei un esperto di stampa 3D e non hai la minima ide di che materiale sia il più indicato a realizzare il tuo sogno non preoccuparti, la lista che ti proponiamo di seguito ti aiuterà ad ambientarti nel mondo della stampa 3D

PLASTICHE

Le stampanti 3D più comuni sono quelle che utilizzano la tecnologia FDM (Fused deposition modeling) che lavora su un principio "additivo" rilasciando il materiale su strati. Un filamento plastico o un filo metallico è srotolato da una bobina, che fornisce il materiale ad un ugello di estrusione, con il quale è possibile gestire il flusso. L'ugello è riscaldato per poter sciogliere il materiale e può essere guidato sia in direzione orizzontale che verticale da un meccanismo di controllo numerico, cioè seguendo un percorso tracciato da un software CAM (computer-aided manufacturing).

Esistono innumerevoli tipi di plastica che trasformati in filo garantiscono risultati medio alti relativamente al costo poco elevato di questi materiali.

Alcune di queste plastiche sono:

ABS, ABS-ESD7, ABS-M30, ABS-M30i, ABSi, ABSplus, ASA, Nylon, Nylon 645, PC, PC-ABS, PC-ISO, PPSF/PPSU, ULTEM 1010, ULTEM 9085, Nylon sintetizzato, PC, PLA, PVA, PET, TPU

Ogni plastica ha specifiche caratteristiche e ognuna è più o meno adatta a resistere a diverse condizioni ambientali e ad essere plasmata in forme particolari. Il nostro consiglio è quello di confrontarti anche con il tuo Maker di fiducia anche sulla disponibilità dei vari materiali da parte sua.

RESINA

La resina è un altro materiale utilizzato nella stampa 3D. Generalmente vengono usate resine fotosensibili, sviluppate dai diversi brand di stampanti, che si solidificano quando sono coltiti da raggi laser.

Questa tecnologia funziona sempre a strati ma il risultato finale è notevolmente migliore, sia nella qualità delle superfici sia nelle forme che possono essere ricavate con la stampante.

POLVERI

Anche le stampanti a sintetizzazione di polveri sono sempre più comuni e sono anche tra le più precise. I materiali più usati sono l’alumide, una miscela di alluminio e plastica poliammide, e le polveri multicolor, ricavate da altri materiali plastici.

La risoluzione dei modelli creati con questo tipo di stampante è molto elevata.

CERMICA SMALTATA

La ceramica smaltata si ricava della sintetizzazione di polvere di ceramica, così come avviene per le polveri, e che poi subisce uno specifico processo ad alta temperatura che rende la superficie del modello stampato liscia e lucente.

Questo tipo di materiale è utilizzabile, come tutte le ceramiche, per contenere cibi e liquidi, ma presenta alcune limitazioni come la scarsa qualità nei dettagli e la gamma di forme in cui può essere sintetizzata che devono essere preferibilmente curve e dolci.

Indietro